Voragini a Napoli: ex dirigente comunale svela il mistero delle cavità sotterranee, perché non si fermeranno.

Andrea Esposito, ingegnere ed ex direttore centrale Infrastrutture e Lavori Pubblici del Comune di Napoli, parla dei dissesti del sottosuolo della città. Questi dissesti sono principalmente causati dal comportamento dei terreni e dalla presenza di pozzolane, un materiale da costruzione ma anche molto cedevole. Le infiltrazioni d’acqua, dovute a piogge intense o perdite nelle reti di acquedotto e fognarie, possono causare cedimenti e dissesti, specialmente nei quartieri collinari.

Andrea Esposito è un ingegnere con una lunga carriera che ha lavorato per il Comune di Napoli e ha affrontato diverse situazioni di dissesto idrogeologico in città. Dopo una serie di crolli e dissesti avvenuti negli ultimi vent’anni, si è reso necessario un approfondimento sulla situazione del sottosuolo napoletano. La pericolosità del sottosuolo è nota da tempo e sono stati proposti interventi per garantirne la sicurezza.

I dissesti del sottosuolo a Napoli sono principalmente causati dal comportamento dei terreni, in particolare dalle pozzolane utilizzate nelle costruzioni. Le infiltrazioni d’acqua possono causare cedimenti differenziali nelle fondazioni dei fabbricati, portando a dissesti. Per evitare tali situazioni, è fondamentale prevenire le infiltrazioni e migliorare il sistema di drenaggio delle acque.

È importante adottare misure per evitare che le acque di pioggia saturino le reti fognarie e per ridurre le perdite nelle condotte idriche. Intercettare le acque provenienti dalle colline e indirizzarle direttamente al mare potrebbe essere una soluzione efficace per prevenire i dissesti in caso di piogge intense. È cruciale anche mantenere la rete fognaria e idrica, risalenti per la maggior parte al periodo post-bellico.

I quartieri collinari di Napoli sono più a rischio di dissesto a causa del rapido sviluppo edilizio che ha interessato queste zone. L’abusivismo edilizio e la vetustà delle reti idriche rappresentano ulteriori situazioni problematiche. È fondamentale adottare interventi strutturali per la raccolta e lo smaltimento corretto delle acque, al fine di ridurre i rischi di dissesto e cedimenti nelle fondazioni dei fabbricati.

Fonte

Leggi Anche