Vittima di violenza domestica: la storia di una donna punita per aver ricevuto una telefonata

Violenza domestica a Caserta: giovane donna aggredita dal compagno

Una giovane donna si è presentata all’ingresso della Questura di Caserta visibilmente agitata, con lividi sul volto e sul collo. La donna racconta di essere stata vittima di violenza domestica da parte del suo compagno, il quale, dopo averla picchiata, le ha strappato il figlio di un anno dalle mani e è fuggito.

Immagine di repertorio

Secondo quanto raccontato dalla ragazza, l’episodio è stato scatenato da una telefonata ricevuta mentre si trovava con il compagno nella loro abitazione. Una reazione folle e violenta che ha portato alla aggressione, con schiaffi e tentativi di strangolamento. La giovane è riuscita a fuggire in strada con il bambino, ma il compagno l’ha raggiunta e ha continuato a picchiarla.

Gli agenti della Squadra Volante, dopo avere acquisito la testimonianza della vittima, si sono recati all’abitazione indicata e hanno arrestato il compagno, un 23enne di origini brasiliane, con l’accusa di violenza domestica. Il figlio è stato affidato alla madre e il ragazzo è stato portato in carcere a Santa Maria Capua Vetere (Caserta), in flagranza differita.

Un triste episodio di violenza che mostra l’importanza di intervenire nel caso di situazioni simili e di offrire sostegno alle vittime.

Leggi Anche

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...

Il ritorno dell’ex sindaco alle urne: Elezioni Avellino 2024

Affluenza alle elezioni comunali ad Avellino 2024 Secondo i dati...