“Vietata la musica di Rita De Crescenzo al centro per bambini di Napoli”

Il cartello del singolare “divieto” è diventato un simbolo della triste realtà che si è diffusa a Napoli negli ultimi anni. Al digitare su Google il nome “De Crescenzo”, è possibile trovare Rita De Crescenzo, una figura legata al mondo di TikTok, ma molto distante dalle opere di Luciano e Eduardo De Crescenzo. Rita è inserita nel variegato mondo che si muove tra legalità e illegalità, con discutibili balletti e musichette che si avvicinano al trash.

Questa situazione suscita sorrisi ironici, ma può anche essere visto come un valido memento. Un cartello apparso in un centro di fisioterapia per bambini nell’area metropolitana di Napoli vieta severamente la riproduzione di musica e video di TikTok di Rita De Crescenzo, suggerendo di ascoltare una canzone di Eduardo o leggere un libro di Luciano se si desidera apprezzare la famiglia De Crescenzo.

Francesco Borrelli, uno dei deputati più attivi sui social media, ha condiviso la foto del cartello su Instagram, commentando che finalmente qualcosa si muove contro la mitizzazione di questi soggetti a Napoli. Questa situazione è emblematica della nebbia che ha avvolto le strade e le piazze di Napoli, dal centro a Fuorigrotta e San Giovanni.

Fonte

Leggi Anche