Truffe agli anziani: la paranza e i Giuliano di Forcella viaggiano tra Napoli e Roma

Una banda di truffatori è stata smantellata per il suo coinvolgimento in 68 episodi di truffe agli anziani. Il gruppo era composto principalmente da parenti della famiglia mafiosa Giuliano.
Fra gli arrestati c’è Luigi Giuliano, nipote dell’ex capoclan “Lovigino”, che è stato recentemente scarcerato dopo 20 anni di reclusione.
Le indagini sono partite da una serie di denunce di truffe avvenute a Roma tra dicembre 2021 e settembre 2022. I truffatori agivano prevalentemente nella Capitale ma erano stati segnalati anche in altre zone d’Italia.
Le accuse riguardano associazione per delinquere, reati di estorsione, truffa agli anziani, furto aggravato, uso fraudolento di carte di credito, sostituzione di persona e porto illegale di armi da fuoco, ma non c’è stata indicazione di collegamenti diretti con attività mafiose.
La banda ha operato da un basso a Napoli, dove si svolgevano gli incontri e gran parte delle telefonate alle vittime. Durante le operazioni di polizia, sono stati ritrovati 65.000 euro in contanti, tre orologi Rolex e un diamante.
Il loro modus operandi consisteva nell’individuare anziani soli residenti in case di prestigio e far loro credere di essere parenti, avvocati o forze dell’ordine, chiedendo loro denaro in cambio di evitare problemi legali a un familiare.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...