Tre giovani napoletani in terapia intensiva per ustioni da barbecue alla Pasquetta:ospedalizzati al Cardarelli.

Sono tre le persone ricoverate in terapia intensiva al Centro Grandi Ustionati del Cardarelli a causa delle ustioni provocate dall’alcol utilizzato per alimentare la brace.

Nonostante gli appelli alla prudenza e alla sicurezza, durante la Pasquetta si sono verificati incidenti legati ai barbecue in tutta la Campania, con persone ferite. A Napoli, tre persone sono ricoverate in terapia intensiva al Centro Grandi Ustionati del Cardarelli a causa delle ustioni causate dalle fiamme sprigionate dall’alcol utilizzato per alimentare la brace.

Due pazienti giovani provengono da Napoli e da Sorrento e presentano ustioni rispettivamente sul 30% e sul 20% del corpo. Il terzo paziente è stato trasferito al Cardarelli dall’ospedale di Aversa e ha 18 anni. In passato, l’ospedale Cardarelli aveva già lanciato appelli per sensibilizzare sul corretto utilizzo dei barbecue, in particolare sull’evitare l’uso di alcol come combustibile.

La Pasquetta ha visto un aumento dei casi di ustioni da barbecue, con tre persone ricoverate nella Terapia Intensiva Grandi Ustionati del Cardarelli a causa dell’uso di alcol come combustibile. Due pazienti giovani provenienti da Napoli e Sorrento hanno ustioni rispettivamente del 30% e del 20% del corpo, mentre una terza persona è in trasferimento da un ospedale nell’area di Caserta.

Fonte

Leggi Anche