Sequestrate oltre 12mila litri di gasolio adulterato nel Casertano

La Guardia di Finanza nel Casertano ha sequestrato oltre 12mila litri di gasolio adulterato, di bassa qualità, pronto per essere venduto a ignari acquirenti. L’operazione è stata condotta dai Baschi Verdi di Caserta insieme ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli della Direzione Territoriale IX Campania.

Dalle analisi è emerso che il gasolio adulterato veniva venduto in almeno tre distributori nel mirino degli inquirenti. Ora il carburante è sotto sequestro da parte delle forze dell’ordine e le indagini si concentreranno sull’individuazione dell’origine del gasolio adulterato, che si ritiene si trovi in Italia e in Campania.

In totale sono stati sequestrati 12.449 litri di gasolio adulterato nelle cisterne sotto indagine. Sono in corso analisi per valutare se il carburante possa causare danni alle vetture a causa della sua scarsa qualità, ipotesi non ancora esclusa dagli inquirenti che continuano a investigare.

Dopo l’operazione congiunta della Guardia di Finanza e dei Funzionari della Dogana, i responsabili delle imprese coinvolte sono stati segnalati all’autorità giudiziaria presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici (articolo 40 D.Lgs. 504/95).

Fonte

Leggi Anche