Rinuncio al concorso scuola per gravidanza e devo spostarmi in Campania

Margherita, insegnante napoletana, ha scritto a Fanpage.it per esprimere la sua indignazione per quanto le è accaduto. Era stata convocata per il concorso scuola 2024, ma essendo incinta di 8 mesi ha deciso di non presentarsi. La mancanza di risposta ad un suo quesito fondamentale sulla necessità di non spostarsi per la prova ha pesato nella sua decisione.

Margherita ha spiegato che il concorso per la scuola si terrà la prossima settimana, con le prove per la scuola secondaria programmate dal 13 al 19 marzo. Lei era stata convocata per il 14 marzo alle 8.00 a Montecorvino Rovella, ma essendo residente a Napoli e incinta di otto mesi, ha inviato più email all’ufficio scolastico regionale senza ottenere alcuna risposta. Alcuni uffici scolastici regionali in Italia forniscono indicazioni per casi simili, suggerendo di comunicare preventivamente gli ostacoli al raggiungimento della sede, cosa che non era menzionata nella convocazione della Campania a cui Margherita faceva riferimento.

Decisa a non mettersi a rischio facendo lunghi viaggi in macchina in una fase così avanzata della gravidanza, Margherita ha deciso di non partecipare al concorso. Ha definito la mancanza di risposta dell’USR Campania alle sue email una discriminazione nei confronti delle donne incinte, senza alcun sostegno nel momento del bisogno. Ha concluso la sua lettera affermando che i suoi figli continueranno ad avere una madre precaria a causa dell’assenza di tutela da parte dello Stato anche in situazioni come questa.

Fonte

Leggi Anche