Quando Kissinger sconvolto da Napoli-Madona batt ad Alpi

Henry Kissinger era noto non solo per la sua carriera politica ma anche per la sua passione per il calcio. Nel 1988, si presentò a sorpresa all’ex Delle Alpi di Torino per assistere a una partita di calcio tra la Juventus e il Napoli, in compagnia del suo amico, l’avvocato Gianni Agnelli. Tuttavia, la giornata si rivelò nefasta per i due grandi tifosi bianconeri, in quanto il Napoli di Maradona vinse la partita con un netto 5-0.
Nonostante la sconfitta della Juve, Kissinger si è dichiarato un appassionato del calcio e ha espresso la speranza che diventasse uno sport popolare anche in America. Da giovane, aveva tentato di entrare nelle giovanili della squadra del suo paese, il Greuther Fürth, e ha continuato a tifare per la squadra per il resto della sua vita, mantenendosi informato sui risultati della squadra tramite l’ambasciata tedesca.
Nel 2012, Kissinger ha mantenuto la promessa di andare a vedere una partita del suo amato Greuther Fürth dopo la loro storica promozione in Bundesliga. Inoltre, nel 1978 è stato nominato presidente del board della Nasl, antenata della Mls, dove giocarono alcune leggende del calcio come Pelé, George Best e Franz Beckenbauer, che lui ammirava molto.
Durante un’intervista per il suo centesimo compleanno, Kissinger ha espresso il suo rispetto e ammirazione per il calcio, definendolo “un bel gioco per le masse” e sottolineando la sua capacità di emozionare e coinvolgere le persone. Ha anche tentato di portare i Mondiali del 1986 negli Stati Uniti, anche se il Messico ha alla fine vinto la candidatura.

Fonte

Leggi Anche