Processo d’appello per Simone Isaia, condannato a 4 anni per incendio a Venere degli Stracci a Napoli

Processo d’appello per l’incendio della Venere degli Stracci

Simone Isaia, un giovane di 32 anni, è stato condannato in primo grado a 4 anni di reclusione e al pagamento di una multa di 4mila euro. Il processo d’appello inizierà giovedì 4 aprile.

Giovedì 4 aprile partirà il processo d’Appello per Simone Isaia, un clochard di 32 anni con problemi psichici, ritenuto responsabile dell’incendio che ha distrutto la Venere degli Stracci, scultura di Maurizio Pistoletto a Napoli. Isaia è tornato in carcere dopo gli arresti domiciliari, e la sua pena è stata confermata in primo grado a 4 anni di reclusione e 4mila euro di multa. Recentemente è stata posizionata una nuova versione della scultura che era stata danneggiata.

Il Garante dei detenuti della Campania, Samuele Ciambriello, si augura che in Appello venga ridotta la pena per Isaia. Secondo Ciambriello, la condanna attuale è sproporzionata per un ragazzo fragile e non pericoloso. L’opinione pubblica ha mostrato comprensione verso la situazione di Isaia, e si spera che possano essere attivati percorsi di accoglienza e supporto psicoeducativo per lui.

Leggi Anche