Possibile chiusura pub e ristoranti al Vomero, protesta in via Morghen: situazione critica.

Salvatore Carleo e Luigi Massolino sono i titolari del Pub Wicked, un locale che ha aperto i battenti a Casoria solo 20 giorni prima del crollo della strada di via Morghen. Il loro locale si trova ora circondato dalle transenne del cantiere dove, il 21 febbraio, si è aperta una voragine. Dopo il successo del loro pub ad Aversa, i due giovani imprenditori hanno deciso di investire e aprire un locale anche al Vomero, ma si sono trovati improvvisamente in una situazione critica. La mobilitazione è per cercare di smuovere il Comune e la Municipalità Vomero-Arenella, presieduta da Clementina Cozzolino, poiché ci sono posti di lavoro a rischio.

Non hanno avuto il tempo di farsi conoscere dalla clientela della zona, poiché subito sono stati coinvolti in questa emergenza. La paura della gente di frequentare la zona dopo l’accaduto ha fatto diminuire i clienti e non hanno ricevuto rassicurazioni sulle tempistiche dei lavori e sulla sicurezza del locale. Non possono neanche chiudere e fare ricorso all’assicurazione, poiché secondo le istituzioni non ci sono ostacoli all’attività.

Rimboccarsi le maniche e cercare di fare rumore è l’unica soluzione, sia per attirare l’attenzione delle istituzioni, sia per chiedere aiuto a clienti ed amici. Il fatturato del locale nei giorni successivi al crollo è stato pari a zero. Alla solidarietà hanno partecipato anche i Verdi e il deputato Francesco Emilio Borrelli. La situazione di emergenza non riguarda solo il Pub Wicked, ma anche molti altri locali e ristoranti nella zona che stanno facendo zero incassi. È necessario che i lavori di messa in sicurezza della strada vengano completati al più presto e in modo adeguato, altrimenti si ripresenterà lo stesso problema in futuro.

Fonte

Leggi Anche