Piccole auto dei carabinieri e ambulanze per servire Capri: un’isola sorvegliata e assistita con veicoli speciali.

Carrelli elettrici adattati a Capri

Capri, l’isola del golfo di Napoli, ha attratto l’attenzione per l’utilizzo di carrelli elettrici adattati da parte dei carabinieri e del 118. In particolare, un veicolo dei carabinieri, noto come “mini auto”, ha destato curiosità sui social media per la sua presenza nelle strade dell’isola. Questa scelta è stata dettata dalla necessità di avere mezzi agili e adatti all’urbanistica di Capri, consentendo di raggiungere luoghi inaccessibili ad altre vetture.

Secondo i carabinieri, i veicoli devono essere in linea con il territorio in cui operano. Nel caso di Capri, il veicolo utilizzato è un Politrac Fp 05, prodotto dalla Bitimec, con caratteristiche specifiche per le esigenze dell’isola. Questo carrello elettrico può trasportare due persone, raggiungere una velocità massima di 14 chilometri orari e superare pendenze fino al 18%. Con dimensioni ridotte, risulta perfetto per la circolazione nelle stradine strette dell’isola.

Veicoli elettrici a Capri e Pompei

Non solo carrelli elettrici sono utilizzati a Capri, ma anche mini ambulanze adattate alle strade strette dell’isola. Il veicolo elettrico Pe12A, prodotto da Simai, è stato scelto per le emergenze sanitarie sull’isola, garantendo la capacità di muoversi agevolmente anche nei luoghi più angusti. Simai ha realizzato anche l'”archeoambulanza” utilizzata a Pompei, dimostrando come i veicoli elettrici siano la soluzione ideale per garantire servizi efficienti in contesti storici e urbanistici particolari.

Leggi Anche