Omicidio Claudio Taglialatela, vittima di rapina nel 2003

Il 9 dicembre 2003, Claudio Tagliatela, uno studente di 22 anni, viene ucciso durante un tentativo di rapina in via Seggio del Popolo a Napoli. Tagliatela si era reso conto di essere preso di mira dai rapinatori, ma non è riuscito a fuggire.

Lo studente Claudio Tagliatela, originario di Battipaglia, viene ucciso il 9 dicembre 2003 durante una tentativa di rapina nel cuore di Napoli. L’amico presente al telefono durante l’omicidio ascolta tutto mentre accade. Il presunto assassino si suicida in carcere nel gennaio 2004, quindi nessuno paga per la morte di Tagliatela.

Il 9 dicembre 2003, Claudio Tagliatela si trova in auto aspettando un amico in via Seggio del Popolo a Napoli. Mentre aspetta, nota due persone che lo stanno osservando da vicino e cerca di avvisare l’amico. Prima di riuscire a scappare, viene colpito da un colpo di pistola che lo uccide.

Michele Di Bari è il nuovo prefetto di Napoli, mentre Claudio Palomba è al Viminale. L’omicidio di Tagliatela ha coinvolto anche Arturo Raia, un sospettato vicino al clan dei Mazzarella, che si suicida in carcere due giorni dopo essere stato arrestato.

La madre di Claudio organizza un torneo di pallavolo in sua memoria, mentre il padre parla nelle scuole per ricordare il figlio scomparso. Tagliatela è stato riconosciuto vittima innocente della criminalità organizzata dal Ministero dell’Interno.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...