nuovo titolo: “Il mistero del sollevamento del suolo nei Campi Flegrei: una serie di fluttuazioni in corso”

Attività dei Campi Flegrei: 56 terremoti registrati dal 29 maggio al 2 giugno 2024

Il bollettino settimanale dell’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv ha evidenziato che nel periodo dal 29 maggio al 2 giugno 2024 si sono verificati 56 terremoti nella zona dei Campi Flegrei. Il terremoto più forte è stato di magnitudo 1.7, con uno sciame sismico registrato il 31 maggio, in particolare nell’area Solfatara Pisciarelli. Durante questo periodo non sono state riscontrate variazioni significative dei parametri geochimici. Secondo quanto riportato dall’Osservatorio Vesuviano, al momento non ci sono elementi che possano suggerire evoluzioni significative a breve termine in merito all’attività vulcanica.

Andamento del suolo e terremoti

Nelle ultime settimane si è osservato un sollevamento del suolo ai Campi Flegrei, aumentato di un centimetro nell’ultima settimana analizzata. Questo segna un cambiamento rispetto ai mesi precedenti, dove la deformazione si era mantenuta costante sui 2 cm al mese. Dopo il terremoto di magnitudo 4.4 del 20 maggio, si era verificato un abbassamento del suolo, seguito poi da un nuovo sollevamento di 1 cm registrato alla stazione GNSS di RITE dal 29 maggio al 2 giugno.

Nel bollettino dell’Osservatorio Vesuviano sono stati riportati i dati riguardanti la velocità di sollevamento del suolo nella zona di massima deformazione, che era di circa 20±3 mm/mese alla stazione GNSS di Rione Terra (RITE) fino al 20 maggio. Successivamente, a seguito di un evento sismico, alcune stazioni GNSS avevano registrato un abbassamento cosismico di 0.5-1 cm. Da fine maggio si è invece osservato nuovamente un sollevamento del suolo, con una variazione di circa 1 cm nella stazione GNSS di RITE. Rispetto all’inizio dell’anno, si è registrato un totale di circa 8.5 cm di sollevamento.

Il team dell’Osservatorio Vesuviano ha spiegato che queste fluttuazioni nel sollevamento del suolo non implicano necessariamente un aumento della velocità, ma sono comuni in situazioni simili. I dati sono ancora preliminari e verranno corretti con ulteriori analisi. Inoltre, dopo eventi sismici significativi come il terremoto del 20 maggio, in passato non erano stati registrati abbassamenti del suolo, ma piuttosto fasi di rallentamento.

Immagine

Leggi Anche

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...

Il ritorno dell’ex sindaco alle urne: Elezioni Avellino 2024

Affluenza alle elezioni comunali ad Avellino 2024 Secondo i dati...