Napoli: perché la bassa qualità della vita persiste?

Napoli è regolarmente piazzata nelle ultime posizioni delle classifiche annuali sulla qualità della vita. Le città del sud Italia spesso ricevono bassi piazzamenti. Quest’anno Napoli si posiziona di nuovo in fondo alla classifica e ciò ha sollevato molte polemiche sul suo stato attuale. La qualità della vita nelle città italiane è determinata da vari indicatori, che vanno dalla ricchezza e consumi, agli affari e al lavoro, all’ambiente e ai servizi, alla demografia, società e salute, alla giustizia e sicurezza, alla cultura e tempo libero.

L’ultima classifica pubblicata dal Sole24Ore vede Napoli al terzultimo posto nel 2023. Il giornale fornisce una dettagliata nota metodologica sulle statistiche utilizzate per redigere la classifica. Queste statistiche sono fornite da fonti ufficiali e istituzioni di ricerca e coprono una vasta gamma di indicatori, compresi famiglie con Isee basso, criminalità e servizi digitali. La scheda di Napoli evidenzia le criticità riguardanti il Reddito di cittadinanza, l’ambiente e i servizi, la giustizia e la criminalità.

Il giornale economico italiano sottolinea come molte grandi città, incluse le aree metropolitane, stiano avendo difficoltà a riprendersi dopo le emergenze e gli shock economici degli ultimi anni. Inoltre, l’Italia sta diventando sempre più divisa dal punto di vista economico e sociale, con gravi disuguaglianze tra i territori. Eventi come la pandemia, le emergenze climatiche, le crisi internazionali e l’inflazione stanno contribuendo ad aumentare questa divisione.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...