Napoli beffato al 96′, pari a Cagliari: no vittorie, niente Champions

Il nuovo Napoli di Calzona, che gioca con un 4-3-3, non riesce a vincere e perde altri punti durante la partita contro il Cagliari. Allo stadio Unipol Domus, gli azzurri subiscono gli attacchi avversari e rischiano di subire gol più volte. Nonostante una rete di Osimhen che li porta in vantaggio a metà ripresa, subiscono il pareggio di Luvumbo al 96′. La partita finisce 1-1.

Il Napoli scende in campo con Meret in porta, Mazzocchi al posto dello squalificato Di Lorenzo, Rrahmani e Juan Jesus al centro della difesa con Olivera a completare il reparto difensivo. A centrocampo giocano Anguissa, Lobotka e Zielinski, mentre in attacco Osimhen è supportato da Kvaratskhelia e Raspadori. Il Cagliari risponde con un modulo 4-4-2, con Scuffet in porta, Dossena e Mina come difensori centrali, Nandez e Augello come terzini, Deiola e Makoumbou in mediana, e Luvumbo e Jankto sugli esterni, con Gaetano e Lapadula in attacco.

Durante la prima fase della partita, il Napoli soffre l’iniziativa del Cagliari, che ha diverse occasioni per segnare. Tuttavia, una rete annullata impedisce alla squadra ospitante di passare in vantaggio. Il primo tempo termina senza gol, nonostante qualche brivido per entrambe le squadre.

Nella ripresa, il Cagliari continua a dominare il gioco, ma è il Napoli a passare in vantaggio con una rete di Osimhen. Nonostante diverse occasioni per aumentare il punteggio, il Napoli non riesce a chiudere la partita. Al 96′, il Cagliari trova il gol del pareggio con Luvumbo, che porta il punteggio finale sull’1-1. Nonostante le occasioni sprecate, il Napoli non riesce a conquistare i tre punti e la zona Champions sembra sempre più lontana.

Fonte

Leggi Anche

De Lorenzo confessa: “Il puzzle si è rotto”

Giovanni Di Lorenzo del Napoli commenta il pareggio contro...

Manca la cattiveria: le riflessioni di Calzona

Le parole di Francesco Calzona sul pareggio contro il...