Monitoraggio sismico nei Campi Flegrei: l’Osservatorio Vesuviano avverte possibilità di scosse di magnitudo maggiore.

Possibili scosse di terremoto più intense nei Campi Flegrei

C’è la possibilità che nei Campi Flegrei si verifichino scosse di terremoto con magnitudo più alta, anche se è difficile prevederlo con precisione. Questo lo scenario plausibile nella caldera del supervulcano secondo Mauro De Vito, direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv che ieri, insieme ad altri rappresentanti delle istituzioni, ha partecipato a un incontro con i cittadini dell’area occidentale di Napoli, che rientra nella zona rossa dei Campi Flegrei, quella a più alto rischio in caso di pericolo imminente.

De Vito ha parlato anche della velocità del sollevamento del suolo nei Campi Flegrei, che caratterizza il fenomeno del bradisismo, tipico dell’area. Il sollevamento del suolo si è velocizzato nelle ultime settimane: “È sui 20 mm al mese, si è raddoppiato rispetto ai 10mm di inizio anno. Siamo poco più su del livello dei 15 mm dello scorso anno. Il fenomeno sta incrementando, i terremoti continueranno, è prevedibile che avvengano” ha detto ancora De Vito.

Leggi Anche