“La vita di Elio Tronco: da una dieta malsana al diabete e alla cecità”

Campagna di sensibilizzazione e prevenzione sulle retinopatie diabetiche

L’ospedale Monaldi di Napoli e l’associazione APMO hanno avviato una campagna di sensibilizzazione e prevenzione sulle retinopatie diabetiche, un problema che colpisce molte persone in Italia.

“Un occhio l’ho completamente perso un anno e mezzo fa, dall’altro vedo soltanto per un 15 per cento, ombre praticamente che piano piano so scompariranno anche loro”, sono le parole di Elio Tronco, 74 anni, che ha perso gran parte della vista a causa della retinopatia diabetica. La sua testimonianza è parte della campagna di sensibilizzazione promossa dall’ospedale Monaldi di Napoli e l’Associazione Pazienti Malattie Oculari (APMO).

La storia di Elio Tronco

Elio Tronco, originario di Caserta, ha dovuto chiudere la sua gioielleria a Roma a causa dei problemi alla vista. “Vivevo a piazza del Popolo”, racconta, “il peggioramento della vista mi ha obbligato a chiudere la gioielleria e a tornare a casa a Caserta dove posso contare sul sostegno dei miei figli”.

Dopo aver cercato invano uno specialista che potesse aiutarlo, ha trovato supporto nell’associazione APMO. Tronco ammette di non aver seguito una dieta equilibrata e di non aver fatto prevenzione. Ha dichiarato, “Avrei dovuto seguire una dieta più equilibrata. La colpa è tutta mia”.

Nonostante la sua condizione visiva estremamente ridotta, continua a occuparsi di gioielli e a godere del supporto della sua famiglia.


Caivano resta senza palazzetto sportivo. La Phoenix Volley: “Costretti a giocare nelle palestre scolastiche”

Diabete e retinopatia: la situazione in Campania

La Campania è la regione italiana con il più alto tasso di prevalenza di diabete di tipo 2 e il più alto numero di pazienti a rischio cecità. Solo una piccola percentuale di diabetici sottopone regolarmente gli occhi a controlli, un aspetto cruciale per prevenire danni alla vista.

La campagna promossa da Monaldi e APMO si propone di sensibilizzare le persone con diabete sull’importanza di monitorare la salute degli occhi, anche in assenza di sintomi evidenti.

Il prossimo 5 giugno, presso l’Unità Operativa Complessa di Oculistica del Monaldi di Napoli, saranno disponibili controlli gratuiti della vista per i pazienti affetti da diabete seguiti dalla diabetologia dell’ospedale.

La parola degli esperti

Ada Maffettone, internista con expertise in diabetologia dell’Ospedale Monaldi, spiega che il diabete è in costante aumento in Europa e in Italia, contribuendo a diverse complicanze, tra cui la retinopatia diabetica.

Gianluigi Manzi, medico della UOC Oculistica del Monaldi, sottolinea l’importanza della diagnosi precoce e della gestione accurata del diabete per prevenire danni irreversibili alla vista.

Francesco Calabrò, direttore della UOC Oculistica del Monaldi, indica che la retinopatia diabetica può essere gestita efficacemente con controlli regolari e una buona gestione del diabete.

Michele Allamprese, direttore esecutivo dell’Associazione Pazienti Malattie Oculari, ribadisce l’importanza della prevenzione e della sensibilizzazione per ridurre il numero di persone affette da retinopatia diabetica in Italia.

Leggi Anche

Emergenza bradisismo: sfollate 200 famiglie e a rischio 130 palazzi nei Campi Flegrei

Attività di sfollamento ai Campi Flegrei Da quanto emerso nelle...

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...