Indagato per stupri a Caivano ai domiciliari: “Non c’è giustizia” denuncia avvocato vittima

Il legale della madre di una delle vittime di stupro al parco verde di Caivano, Angelo Pisani, ha criticato la decisione di concedere gli arresti domiciliari a uno degli indagati. Questo fatto ha scatenato la sua reazione, definendo ingiusta la situazione e affermando che la giustizia non sta funzionando come dovrebbe. Pisani ha evidenziato la disparità nel trattamento delle vittime rispetto agli indagati e ha sottolineato il messaggio sbagliato che questo invia in merito alla giustizia.
La decisione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli Nord è stata quella di concedere gli arresti domiciliari a Venezia, con l’applicazione del braccialetto elettronico, a uno dei sospettati di aver commesso gli abusi ripetuti ai danni delle due bambine. Il giudice ha motivato la sua scelta considerando il contesto territoriale di incuria e abbandono in cui erano avvenuti gli abusi, e l’appartenenza al gruppo criminale dei sospettati. La decisione è stata presa nonostante l’opposizione della Procura, che avrebbe preferito il mantenimento della misura cautelare in carcere per l’indagato.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...