Il caso Don Livio Graziano: condannato a 8 anni, ma si proclama innocente

Don Livio Graziano commenta la sua condanna a 8 anni di reclusione

La scorsa settimana, la Corte di Cassazione ha emesso una sentenza che condanna don Livio Graziano, parroco della Diocesi di Aversa, a 8 anni di reclusione per abusi sessuali su un ragazzo di 13 anni. Questa decisione conferma le sentenze precedenti emesse in primo grado e in Appello. Prima di ricevere l’ordine di carcerazione, don Graziano ha dichiarato: “Mi rassegno alle decisioni della giustizia degli uomini e ribadisco la mia innocenza rispetto alle accuse.”

Don Livio Graziano

Il prete ha deciso di rompere il silenzio mantenuto fino ad oggi per affrontare le notizie false e diffamatorie sulla sua persona. Ha dichiarato: “Non ho mai abusato di nessuno e sto lottando contro una grave malattia che mi rende vulnerabile”. Don Graziano ha evidenziato la superficialità e il pregiudizio che, a suo parere, hanno caratterizzato il processo a suo carico. Ha inoltre menzionato il sequestro dei suoi conti correnti, bloccati per mesi da un decreto della Corte d’Appello di Napoli definito “abnorme” dal Tribunale del Riesame di Napoli. Infine, ha espresso fiducia nella Giustizia Divina e si è detto pronto a sottoporsi al suo giudizio.

Leggi Anche

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...

Il ritorno dell’ex sindaco alle urne: Elezioni Avellino 2024

Affluenza alle elezioni comunali ad Avellino 2024 Secondo i dati...