Giovane salva la vita a Castellammare con grave tetano

Un giovane di 22 anni è stato portato al Pronto Soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, in fin di vita a causa di una grave forma di tetano. Nonostante le condizioni disperate, è stato salvato dai sanitari del nosocomio stabiese.

Il giovane stava eseguendo lavori domestici quando si è ferito a una mano con una vecchia porta arrugginita. Circa una settimana dopo, sono comparsi i sintomi del tetano come opistotono e trisma, con spasmi e gravi difficoltà respiratorie. Questo ha portato il giovane al Pronto Soccorso del San Leonardo, dove è stato immediatamente ricoverato in Terapia Intensiva.

Il rapido intervento della dottoressa Maria Josè Sucre, direttore di anestesia, rianimazione e terapia del dolore del San Leonardo, insieme alla responsabile Stefania Ciceraro, ha permesso al giovane di essere curato da un team multidisciplinare comprendente rianimatori, neurologi, cardiologi e anestesisti.

Attualmente, il paziente, che non aveva fatto il richiamo vaccinale, è ancora in rianimazione ma non è più in pericolo di vita. Il tetano, nelle sue condizioni, ha un tasso di mortalità del 90%.

In un’altra vicenda fortunata, Emilia è diventata mamma a 52 anni e ha fatto festa all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia.

Fonte

Leggi Anche