Geolocalizzazione AirPods rubati recupero da parte dei carabinieri.

Storia di un furto e di un ritrovamento grazie alla geolocalizzazione

La geolocalizzazione degli accessori smartphone è una caratteristica comune nei telefoni di fascia media-alta. Spesso viene utilizzata per recuperare oggetti smarriti o dimenticati in casa o in ufficio. Allo stesso tempo, può essere utile anche in situazioni di furto o borseggio. Su Tiktok, ad esempio, si trovano video divertenti che mostrano come dispositivi rubati come telefoni, tablet, computer, auricolari e smartwatch possano essere rintracciati tramite GPS, spesso all’estero, dopo essere stati rivenduti dai ladri.

Il caso di Frigento

Recentemente, a Frigento, un piccolo centro della provincia di Avellino, un uomo ha fatto una scoperta sconcertante al suo ritorno in ufficio dopo le vacanze pasquali: i suoi auricolari, custoditi in un cassetto, erano spariti. Tempestivamente ha contattato i carabinieri della compagnia di Mirabella Eclano, che sono stati in grado di rintracciare il dispositivo smarrito in una casa di campagna nel comune di Frigento grazie alla geolocalizzazione.

Una volta sul posto, le forze dell’ordine hanno recuperato gli auricolari – degli Airpods Apple del valore di circa 300 euro – che si trovavano in possesso di una donna di 28 anni, residente nella zona. La donna è stata denunciata per ricettazione e, sebbene sia considerata innocente fino a sentenza definitiva, dovrà rendere conto della sua posizione alle autorità competenti. Gli auricolari sono stati restituiti al legittimo proprietario, ma le indagini sono ancora in corso per individuare il presunto ladro.

Leggi Anche