Funerali di Raffaele, 4enne soffocato: Mugnano in lutto

Domani, si terrà il funerale di Raffaele, il bambino di 4 anni deceduto per soffocamento all’ospedale San Giuliano di Giugliano. I funerali si svolgeranno alle 15 presso la chiesa di San Biagio Martire a Mugnano, il paese del Napoletano dove il bambino viveva con la sua famiglia. Il sindaco, Luigi Sarnataro, ha dichiarato il lutto cittadino per la giornata. Attualmente sono in corso indagini sul decesso, coordinate dalla Procura di Napoli e delegate ai carabinieri.

Il bambino è stato soccorso il 27 febbraio scorso mentre si trovava a casa dei nonni. Il nonno ha chiamato il 118 quando ha notato che il nipote aveva difficoltà a respirare, e poi è sceso in strada con il bambino tra le braccia. Durante i soccorsi, si è verificato un imprevisto: l’automedica della postazione Qualiano si è rotta, quindi l’equipaggio è partito con un’ambulanza. In seguito è giunta sul posto un’altra ambulanza, senza medico, proveniente da Giugliano. L’automedica guasta è stata sostituita nella stessa serata per garantire il servizio.

I primi soccorsi sono partiti con quattro minuti di ritardo a causa dell’imprevisto e hanno raggiunto il bambino 10 minuti dopo l’allarme, impiegando quindi due minuti in più rispetto ai 8 indicati come limite dalle linee guida. L’ambulanza da Giugliano ha impiegato 8 minuti e, al suo arrivo, l’infermiere stava già praticando le manovre di rianimazione. Il bambino è stato portato in ospedale ma purtroppo non è stato possibile salvarlo. L’oggetto di plastica bloccato nella trachea è stato rimosso dopo il decesso del bambino.

Fonte

Leggi Anche