Farmacista licenziata dall’Asl per diploma falso: dovrà restituire 171mila euro

La Corte dei Conti ha deciso di sequestrare 170mila euro a una farmacista che aveva lavorato per 5 anni nell’Asl di Caserta presentando documenti falsi. La donna aveva presentato un falso diploma di specializzazione in “farmacia ospedaliera” e era riuscita a farsi assumere. Tuttavia, i militari hanno scoperto il raggiro e il rapporto di lavoro è stato interrotto, con un sequestro conservativo di 171.911,33 euro, corrispondenti ai guadagni percepiti.

Il sequestro è stato disposto dalla Corte dei Conti – Sezione Giurisdizionale Regionale per la Campania e eseguito dai carabinieri del Nas di Caserta. Le indagini hanno rivelato che la professionista non era in possesso del diploma di specializzazione necessario per lavorare in un’Azienda Sanitaria Locale e aveva fornito una attestazione falsa che le aveva permesso di instaurare il rapporto di lavoro “sine titulo”.

La donna aveva partecipato a un concorso pubblico nel 2018 per il reclutamento di 3 farmacisti specialisti in “farmacia territoriale” e aveva dichiarato di possedere la specializzazione, presentando una copia con attestazione di conformità del titolo universitario, che poi si è rivelato falso. Dopo essere stata assunta nel settembre 2018, era rimasta in servizio fino al novembre 2022, quando il rapporto di lavoro è stato rescisso a seguito delle attività investigative.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...