Ex assessore critica progetto stadio Maradona: “De Laurentiis voleva cancellare le curve”

L’ex assessore allo Sport, Ciro Borriello, ha dichiarato a Fanpage.it che il progetto per il restyling dell’ex Stadio San Paolo, ora chiamato Stadio Maradona, fu presentato nel 2015 e prevedeva la riduzione delle curve e la rimozione della pista di atletica.

Borriello, ex assessore allo Sport della giunta De Magistris e oggi consigliere comunale di maggioranza con Manfredi, ha parlato del tema del restyling dello stadio, il quale è attualmente in lizza per ospitare gli Europei di Calcio 2032. Napoli è tra 10 candidate e l’impianto non è al momento adeguato secondo gli standard UEFA.

Nel 2014-2015, la Filmauro spa di Aurelio De Laurentiis, presentò un progetto di ristrutturazione dello stadio che prevedeva un impianto con 41mila posti. Tuttavia, il progetto fu ritenuto “inadeguato” dagli uffici tecnici del Comune di Napoli e non ottenne l’interesse pubblico necessario per avere l’autorizzazione ai lavori.

Borriello ha specificato che il progetto prevedeva quasi la cancellazione delle Curve, con la rimozione della parte inferiore e l’installazione di maxi-schermi. Inoltre, era previsto il prolungamento delle tribune e dei distinti sul prato, coprendo anche il fossato e la pista di atletica, fino a bordo campo. Il consiglio comunale sarà chiamato a discutere il destino dello stadio in relazione agli eventi sportivi e alle Olimpiadi.

Il progetto per l’adeguamento dello stadio a Napoli per Euro 2032 sarà uno dei prossimi temi da discutere in consiglio comunale e il consiglio sarà la rappresentanza della città nel decidere il destino dello stadio. Tutto sarà disciplinato nella eventuale concessione lunga, se lo stadio sarà venduto o concesso al Napoli.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...