Eroe in divisa: il carabiniere salvato dall’intervento tempestivo del 118

Un maresciallo dei carabinieri colto da infarto al lavoro

Un maresciallo dei carabinieri, in servizio presso la caserma Pastrengo, sede del Comando Provinciale di Napoli, è stato colto da infarto mentre era al lavoro questa mattina, 10 giugno; è stato soccorso prima da alcuni colleghi e poi dall’ambulanza, arrivata in pochi minuti, che l’ha trasportato al vicino “Ospedale dei Pellegrini”. Trasferito in clinica e sottoposto ad una angioplastica, il carabiniere è stato dichiarato fuori pericolo di vita.

Il militare ha accusato il malore intorno alle 8.30 di oggi, mentre era impegnato in attività di ufficio, ed è caduto al suolo privo di conoscenza. I colleghi, presenti in quel momento, hanno immediatamente chiesto l’intervento del 118 e, nel frattempo, uno di loro ha praticato le prime manovre di rianimazione cardiopolmonare; dopo pochissimi minuti l’ambulanza ha raggiunto la caserma, per poi ripartire a sirene spiegate verso il Pronto Soccorso della Pignasecca, dove il maresciallo è arrivato in gravi condizioni e in pericolo di vita. Una volta stabilizzato, il militare è stato trasferito alla clinica Mediterranea, dove è stato sottoposto ad una angioplastica urgente; al termine dell’operazione è stato dichiarato fuori pericolo ed è stato ricoverato nella Cardiologia della clinica.

“Nessuno Tocchi Ippocrate”, l’associazione in prima linea nella lotta alle violenze contro gli operatori sanitari e per valorizzare l’operato di medici, infermieri e soccorritori quotidianamente impegnati nel delicatissimo settore dell’emergenza, ha rilanciato l’episodio sui suoi canali social.

Intervento tempestivo e salute salvata

Arriva una chiamata al 118 per maresciallo della caserma Pastrengo a Napoli in arresto cardiaco. La postazione 118 di Piazza del Gesù vola sul target ed inizia immediatamente le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Il paziente riprende ritmo e respiro e viene trasportato al codice rosso dell’ospedale Vecchio Pellegrini. Dopo poco arriva la lieta notizia: il maresciallo è fuori pericolo. Gli angeli si chiamano: Giusy Barbato (infermiere), Giuseppe Giallucci (autista soccorritore).

Leggi Anche

La minaccia in concessionaria: chiamate il titolare e tirate fuori la pistola

Denunciato a Macerata Campania un 41enne armato in concessionaria Un...

Polemiche ad Agropoli: coppia accusata di maltrattamenti alla figlia minorenne

Divieto di avvicinamento per maltrattamenti nei confronti di una...