Epistola di Giacomo Leopardi alla Biblioteca Nazionale di Napoli il 22 dicembre 1824

Una preziosa lettera autografa di Giacomo Leopardi è stata recentemente acquisita dalla Biblioteca Nazionale di Napoli. La lettera, datata 22 dicembre 1824, è indirizzata al suo cugino Giuseppe Melchiossi e si aggiunge ai vari reperti dello scrittore di Recanati, tra cui una precedente lettera indirizzata allo stesso cugino e datata 29 agosto 1823, già in possesso della Biblioteca Nazionale partenopea. Questo documento appartiene al periodo in cui Leopardi si trovava a Roma prima di iniziare il suo lungo “pellegrinaggio” attraverso Milano, Bologna, Firenze, Pisa e altre città, per poi arrivare a Napoli nel 1833 dove rimase fino alla sua morte nel 1837.

Il Ministero della Cultura ha annunciato l’acquisizione di questa lettera, spiegando che è avvenuta grazie alla segnalazione della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio e all’esercizio del diritto di prelazione da parte del Ministero della Cultura, per un importo di 8.500 euro. Si tratta di una lettera di carattere privato in cui Leopardi parla di un componimento mai pubblicato: “una edizioncina elegante dei Caratteri di Teofrasto tradotti dal greco in puro e buono italiano”, si legge nel documento.

Il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha commentato l’acquisizione della lettera autografa di Leopardi come una notizia di grande rilievo per il mondo della cultura italiana. Questo documento di grande valore arricchisce ulteriormente il patrimonio della Biblioteca Nazionale di Napoli e permette di avere una migliore comprensione della vita e del pensiero di uno dei più grandi poeti della storia italiana.

Fonte

Leggi Anche