Domenico Fatigati deceduto sul lavoro a 52 anni: autopsia lunedì, 5 indagati

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino ha iscritto cinque persone nel registro degli indagati per la morte di Domenico Fatigati, conosciuto come Mimmo, operaio di 52 anni di Acerra, deceduto all’interno dello stabilimento Stellantis di Pratola Serra, in provincia di Avellino. Il pubblico ministero Luigi Iglio ha già disposto il sequestro del macchinario e dell’area della fabbrica dove è avvenuto l’incidente.

Le cinque persone sono indagate come “atto dovuto”: si tratta di dipendenti dell’azienda dove lavorava l’operaio e di altri con ruoli di responsabilità all’interno dello stabilimento. L’iscrizione nel registro degli indagati consentirà alle difese di nominare un perito per gli accertamenti irripetibili in programma nei prossimi giorni.

Lunedì mattina sarà dato l’incarico al medico legale di eseguire gli esami autoptici sul corpo dell’operaio per stabilire le cause esatte del decesso e l’orario in cui è avvenuto. L’incidente sarebbe avvenuto poco prima delle 8 del mattino nell’impianto basamento motore, durante lavori di manutenzione, che hanno portato alla morte dell’operaio.

Si tratta del primo incidente sul lavoro nello stabilimento di Pratola Serra e del 17esimo in Campania dall’inizio dell’anno. La regione è al secondo posto nella classifica nazionale per incidenti sul lavoro, dopo la Lombardia.

Fonte

Leggi Anche