Demolizione viale Colli Aminei ecomostro prevista a maggio 2024, costruito nel 1961. Nuova speranza per la rigenerazione urbana.

Demolizione prevista per l’edificio abusivo di viale Colli Aminei

Il palazzo abusivo di viale Colli Aminei 11/A a Napoli, situato vicino all’ospedale CTO, verrà demolito nel corso dei prossimi 2 mesi. Da oltre 60 anni, questa struttura è stata un elemento fuori luogo nel quartiere, iniziata nel 1961 ma mai completata. Dopo anni di controversie e giudizi, nel 2020 il Consiglio di Stato ha emesso una sentenza che ha finalmente dato il via alla demolizione, ribaltando il precedente giudizio.

Questo edificio di 6 piani è diventato nel corso degli anni un luogo di ricovero per tossicodipendenti e senzatetto, come documentato dalla Polizia Municipale.

Il ruolo di Acampora (Pd) nella demolizione

Il consigliere comunale Gennaro Acampora, capogruppo del Pd, si è occupato attivamente della questione, raccogliendo le istanze della comunità e portandole all’attenzione dell’amministrazione. Grazie al suo impegno, il progetto di demolizione è stato approvato e i lavori inizieranno ai primi di maggio per concludersi entro due mesi. Questa iniziativa è stata fortemente sostenuta dal consigliere Acampora, che ha lavorato in collaborazione con l’assessore all’urbanistica Laura Lieto e il servizio antiabusivismo del Comune di Napoli, nonché con la III municipalità.


Circumvesuviana, ecco il primo nuovo treno: è stato costruito in Spagna

La presentazione dell’iniziativa ai cittadini è avvenuta presso il circolo Rosso Democratico di via Bosco di Capodimonte, con la presenza dell’assessore Lieto, del consigliere Acampora, del presidente della III municipalità Greco e di numerosi cittadini. Questo passo rappresenta un traguardo importante per la legalità, la vivibilità urbana e la coesione della comunità di abitanti.

Leggi Anche