De Luca accusa Fitto per diffamazione: “Menzogne sui fondi Coesione”

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha deciso di querelare il ministro del Sud Raffaele Fitto per diffamazione, insieme ad alcuni organi di stampa, a seguito di affermazioni false e calunniose riguardanti i Fondi Coesione. Questo segna un ulteriore passo nel duro confronto tra De Luca e il governo Meloni, che si è protratto per mesi con scontri sul blocco dei Fondi di Coesione e Sviluppo.

Dopo una intensa mobilitazione coi sindaci a Roma e varie dichiarazioni provocatorie da parte del presidente della Regione, si è ora arrivati al ricorso in tribunale. È doveroso sottolineare che la Regione ha vinto un ricorso al Tar contro il governo, il quale ha imposto la stipula di un piano per l’accordo Stato-Regione e il conseguente arrivo dei finanziamenti entro 45 giorni.

Fitto ha scritto ai sindaci attribuendo i ritardi dei Fondi Fsc Campania alla Regione, ma De Luca ha prontamente replicato smentendo queste affermazioni. Il presidente ha criticato il ministro per l’inconcludenza e l’ostruzionismo nei confronti della regione, sottolineando la necessità di concludere l’accordo di coesione entro il termine assegnato dal Tribunale Amministrativo della Campania. Questa situazione ha portato De Luca ad intraprendere la via legale, poiché non è più disposto a sottrarre tempo al lavoro in attesa che il ministro attui la sentenza emessa dal tribunale.

Fonte

Leggi Anche