Da Gaza a Napoli: 7 bambini palestinesi curati al Santobono

Nelle scorse ore sono arrivati a Napoli i bambini provenienti dalla striscia di Gaza, una semi-exclave del territorio palestinese attualmente teatro di violenti scontri tra l’esercito israeliano e i terroristi di Hamas. Questa regione, che appartiene alla Palestina ma è separata da essa ed confina solo con Israele ed Egitto, ha visto la popolazione civile palestinese diventare vittima degli attacchi di entrambi gli schieramenti bellici. Sette bambini palestinesi sono giunti a Napoli con le loro mamme, tra cui due bimbe di 4 mesi e 5 anni affette da malattie già diagnosticate a Gaza, dove anche gli ospedali civili sono stati attaccati.

Due bambine sono state ricoverate presso l’ospedale pediatrico di Santobono di Napoli sotto la supervisione del dottor Paolo Siani, mentre gli altri cinque bambini sono stati accolti nelle case messe a disposizione dalla Fondazione. I piccoli, visibilmente stanchi e provati ma in buone condizioni di salute, sono arrivati ieri sera all’aeroporto di Ciampino con voli militari. L’assessore regionale Mario Marcone, con deleghe alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione, li ha accolti e seguiti nel trasferimento a Napoli.

Le prime assistenze per i bambini sono state predisposte dalla Protezione Civile della Regione Campania e dalla Sma. I familiari dei bambini sono alloggiati in strutture vicine all’Ospedale Santobono, dove i figli sono in cura, e hanno a disposizione un mediatore culturale fornito dall’ospedale stesso.

Fonte

Leggi Anche