Controlli per contrastare ristoranti abusivi al Centro Direzionale di Napoli: tre sequestri.

La Polizia Locale ha effettuato un nuovo blitz al Centro Direzionale di Napoli, scoprendo altri tre dehors abusivi di bar e ristoranti e procedendo con i sigilli. Le tre strutture, fissate al suolo con bulloni e chiuse su tutti e quattro i lati, sono state sequestrate e i titolari dei locali sono stati denunciati. L’operazione è stata condotta dall’Unità Operativa San Lorenzo, guidata dal Comandante Gaetano Frattini.

Gli agenti si sono concentrati sul controllo degli esercizi pubblici all’interno del Centro Direzionale di Napoli e hanno rilevato diverse violazioni paesaggistiche ed amministrative durante i controlli. Tre esercizi di somministrazione avevano installato delle strutture che ampliavano eccessivamente la superficie destinata alla somministrazione per i clienti. Le strutture, composte da travi di alluminio e tendoni in materiale plastico, ospitavano tavoli, sedie, impianti audio-video, illuminazione a led e impianti di climatizzazione e riscaldamento. A causa dell’assenza di autorizzazioni necessarie, le strutture sono state sequestrate e i titolari denunciati per varie violazioni.

Durante i controlli è emerso che anche tre altre attività commerciali occupavano suolo pubblico senza autorizzazioni, per un totale di oltre 70 metri quadrati, e due di esse non avevano l’impatto acustico necessario. Sono state elevate multe per un totale di 3mila euro e si procederà alla segnalazione ai competenti uffici del Comune di Napoli per il recupero del canone unico patrimoniale per circa 30mila euro e per le sanzioni accessorie di chiusura, ai sensi del nuovo regolamento di Polizia Urbana.

Fonte

Leggi Anche