Contrabbando di sigarette: 82enne napoletana nasconde oltre 350 chili nel garage.

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno scoperto oltre 350 chili di sigarette di contrabbando nel garage di una donna di 82 anni residente a Saviano, in provincia di Napoli. In due distinte operazioni, sono stati sequestrati complessivamente oltre 2 tonnellate di sigarette contraffatte pronte per essere vendute a Napoli e in provincia. Il valore potenziale delle sigarette sequestrate è stimato essere di almeno 300mila euro. L’operazione ha portato ad un arresto e quattro denunce.

Nella prima operazione, un pregiudicato di Marano di Napoli è stato arrestato mentre guidava un’auto a Secondigliano con 8 cartoni contenenti 400 stecche di sigarette di contrabbando nel bagagliaio. Successivamente, la Guardia di Finanza ha ampliato i controlli in due appartamenti tra Marano e Villaricca, dove sono stati trovati 723 chili di sigarette di contrabbando custoditi da due persone, di cui uno è un 22enne incensurato, entrambi denunciati. Il pregiudicato di Marano è stato arrestato.

Nella seconda operazione, sono stati ritrovati 350 chili di sigarette di contrabbando nel garage di una donna di 82 anni a Saviano, e altri 930 chili sono stati trovati in un deposito agricolo riconducibile al figlio di 53 anni. Madre e figlio sono stati denunciati dai finanzieri. Le due operazioni, seppur apparentemente non collegate, hanno portato al sequestro complessivo di oltre 2 tonnellate di sigarette contraffatte, confermando che il fenomeno del contrabbando di sigarette sta tornando prepotentemente attuale negli affari illeciti della criminalità a Napoli e provincia.

Fonte

Leggi Anche