Confermata condanna Rosa Della Corte, “mantide di Casandrino”: 13 anni per tentato omicidio.

La Corte d’Appello di Salerno ha confermato la condanna a 13 anni di reclusione per Rosa Della Corte, nota come “Mantide di Casandrino”, per il tentato omicidio di un agente mentre era detenuta nel carcere di Potenza nel dicembre del 2015. Della Corte era già stata condannata a 15 anni di reclusione per l’omicidio del suo fidanzato nel 2003 e viveva in Emilia Romagna. Anche Yesenia Veronica Gambino, compagna di cella di Della Corte, è stata condannata per il tentato omicidio dell’agente.

Nel 2003, Della Corte uccise il fidanzato, Salvatore Pollasto, e divenne nota come “Mantide di Casandrino”. Nel 2014, evase dal carcere di Borgo San Nicola e venne ritrovata due settimane dopo ad Anzio insieme al suo nuovo fidanzato. Il processo per l’evasione è ancora in corso presso il Tribunale di Lecce.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...