Concorso Abc Napoli 2024: 90 assunzioni tempo indeterminato, diploma richiesto per figure specifiche

Abc Napoli, l’azienda speciale che gestisce l’acquedotto del Comune, si prepara a lanciare un nuovo concorso pubblico nel triennio 2024-26 per assumere 90 persone con contratto a tempo indeterminato. Fonti di Abc confermano che ci sarà una selezione pubblica, anche se il documento ufficiale non è stato ancora presentato. Si ipotizza che l’azienda stia cercando sia impiegati che operai e che l’accesso al concorso potrebbe richiedere solo il diploma di scuola superiore per alcuni ruoli.

Il segretario generale Femca Cisl Campania, Venanzio Carpentieri, esprime il suo supporto alla RSU di ABC e dichiara la volontà di vigilare affinché l’azienda non venga trasformata in una mera stazione appaltante. Carpentieri ribadisce l’importanza di preservare la storia di 139 anni di Abc e annuncia che la gestione dell’azienda sarà oggetto di discussione in tavoli istituzionali superiori.

Il direttore generale di ABC, Sergio De Marco, assicura che il nuovo piano triennale dell’azienda prevede nuove assunzioni, progressioni di carriera e una riorganizzazione dei distretti per migliorare l’efficienza. Il piano passerà al vaglio della Giunta e del Consiglio comunale dopo essere stato definito sulla base delle indicazioni del CdA e delle osservazioni dei rappresentanti dei lavoratori.

L’assessore alle Infrastrutture, Edoardo Cosenza, conferma che Abc resterà totalmente pubblica nonostante la necessità di intervenire sullo statuto come richiesto dalla legge. Durante una commissione, i consiglieri comunali hanno sottolineato l’importanza di utilizzare al meglio le risorse umane e tecniche dell’azienda per garantire una manutenzione adeguata e hanno sollecitato un progetto che tenga conto del ruolo fondamentale delle maestranze secondo le richieste dei sindacati. Il presidente ha annunciato un aggiornamento dopo la presentazione del piano triennale e ha richiesto il rapido rinnovo del consiglio di amministrazione che finora non ha partecipato al confronto in commissione.

Fonte

Leggi Anche