Concerto solidale 2024: Mario Biondi e Enzo Gragnaniello al Teatro Mediterraneo

L’evento di beneficenza “Un mondo di solidarietà” 2024 fa il suo ritorno a Napoli, con spettacoli e interventi, patrocinato dal Comune di Napoli. La XV edizione si terrà sabato 24 febbraio al Teatro Mediterraneo e vedrà la partecipazione di artisti come Mario Biondi ed Enzo Gragnaniello, con Mariagrazia Cucinotta come madrina. I fondi raccolti verranno devoluti alla Fondazione Santobono Pausilipon per l’acquisto di un elettromiografo di superficie per la valutazione della funzione muscolare dei bambini con patologie neurologiche o ortopediche. Gli spettacoli sono già sold out.

La serata sarà condotta da Maria Mazza e Gianluca Impastato, con la regia di Janpa Serino e Francesco Mastandrea. L’iniziativa è stata presentata al Comune di Napoli dall’assessore alle Politiche Sociali Luca Trapanese, dal direttore artistico Diego Di Flora e dalla direttrice della Fondazione Santobono Pausilipon, Flavia Matrisciano, e ha visto la moderazione della giornalista Nunzia Marciano.

L’assessore Luca Trapanese ha dichiarato che il Comune di Napoli ha concesso gratuitamente il Teatro Mediterraneo per l’evento, indicandolo come uno degli eventi più importanti della città legati alla beneficenza. Il contributo raccolto quest’anno si aggira intorno ai 30mila euro, che saranno impiegati per l’acquisto di un macchinario necessario per i bambini. Il direttore artistico Diego Di Flora ha annunciato uno spettacolo guidato da Maria Mazza e Gianluca Impostato, con la madrina d’eccezione Maria Grazia Cucinotta, e la partecipazione di cantanti e comici che si esibiscono gratuitamente per raggiungere l’obiettivo di comprare un elettromiografo di superficie per il Santobono. La direttrice della Fondazione Santobono Pausilipon, Flavia Matrisciano, ha concluso sottolineando l’importanza dell’evento per supportare i bambini e l’ospedale, migliorando la qualità di vita dei piccoli pazienti mediante l’acquisto di un macchinario per la valutazione dei bambini con patologie neurologiche o ortopediche.

Fonte

Leggi Anche