Comune di Melito sospettato di condizionamenti da criminalità: interviene Ministero Interno

Il Ministero dell’Interno ha deciso di affidare la gestione del Comune di Melito ad una commissione straordinaria per 18 mesi. Questa decisione è stata presa in seguito allo scioglimento del Comune avvenuto nel maggio del 2023, quando 14 consiglieri su un totale di 24 avevano rassegnato le dimissioni.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, ha deliberato l’affidamento della gestione del Comune di Melito ad una commissione straordinaria per diciotto mesi, a causa degli accertati condizionamenti dell’amministrazione da parte della criminalità organizzata.

Il Comune di Melito era già stato sciolto nel maggio del 2023 con un decreto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a seguito delle dimissioni dei 14 consiglieri comunali. L’amministrazione comunale era finita nel mirino delle autorità a seguito di un’inchiesta che portò all’arresto di 18 persone, tra cui il sindaco Luciano Mottola. Le indagini riguardavano scambio elettorale politico mafioso, corruzione e altre accuse legate alle elezioni amministrative del 2021 e alle presunte infiltrazioni della criminalità organizzata nel Comune.

Fonte

Leggi Anche