Centro a Napoli per uomini violenti con lista d’attesa fino al 2024: Oltre la violenza

Napoli, il centro “Oltre la violenza” della Asl Na 1 prende in carico uomini violenti, soprattutto padri condannati dal tribunale dei minori e obbligati dal giudice a percorsi di fuoriuscita dalle condotte violente. Il servizio, attivo dal 2014 e coordinato dalla dott.ssa Antonella Bozzaotra, si occupa di autori di reati legati alla violenza domestica, sessuale, allo stalking e al revenge porn.

Il centro ha attualmente una quarantina di uomini inseriti nei percorsi, con una lista d’attesa fino a dicembre 2024. La maggior parte sono padri condannati per reati legati alla violenza domestica e di genere, obbligati da un giudice ad un percorso di fuoriuscita dalle condotte violente. Solo pochi intraprendono volontariamente questo percorso.

Il Codice Rosso prevede percorsi di recupero per la sospensione della pena in casi specifici di violenza domestica e di genere. Il centro inizia con colloqui individuali e passa quindi a un percorso di gruppo. In molti casi, gli uomini non riconoscono di aver commesso violenza, rendendo difficile qualsiasi intervento. La violenza assume varie forme, non solo fisica ma anche psicologica e economica, rendendo difficile riconoscerla e spesso normalizzandola.

È fondamentale che gli autori riconoscano le proprie responsabilità e mettano in discussione la propria condotta per iniziare a lavorare sul cambiamento. Tuttavia, le prescrizioni da parte dei giudici spesso non sono sufficienti per ottenere risultati significativi.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...