Bradisismo Campi Flegrei: boe dell’Osservatorio Vesuviano danneggiate, chi sa denunciare?

Danni alle apparecchiature dell’Osservatorio Vesuviano

Le apparecchiature dell’Osservatorio Vesuviano nel mare di Pozzuoli hanno subito nuovi danni, compromettendo il monitoraggio del bradisismo. Il direttore, Mario Di Vito, ha lanciato un appello per denunciare chi si rende responsabile di tali atti. Le strumentazioni a mare sono cruciali per la raccolta di dati indispensabili per la ricerca, e ogni danneggiamento rappresenta una grave perdita.

Appello di Di Vito a proteggere le strumentazioni

Di Vito ha esortato coloro che notano comportamenti dannosi o vandalici nei confronti delle apparecchiature dell’Osservatorio a segnalarlo alle autorità competenti, per evitare ulteriori danneggiamenti. L’area in cui sono posizionate le strumentazioni è vietata alla navigazione, ma ciò non ha impedito danni e ancoraggi non autorizzati. La protezione di queste strumentazioni è cruciale per mantenere la continuità nella raccolta di dati fondamentali per la ricerca.

Dopo l’evento sismico del 20 maggio, che ha evidenziato un rallentamento nel bradisismo, Di Vito ha sottolineato che il processo non si è completamente arrestato. Nonostante la diminuzione dei terremoti e la riduzione nella velocità di deformazione, l’attività vulcanica continua a essere monitorata attentamente.

Visita del prefetto di Napoli all’Osservatorio

Il prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha recentemente visitato l’Osservatorio Vesuviano insieme al direttore Mauro Di Vito e alla direttrice del Dipartimento vulcani dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Francesca Bianco. Durante la visita, sono stati illustrati i sistemi di monitoraggio sismico, geodetico, vulcanologico e geochimico impiegati per studiare l’attività dei vulcani campani.

L’Osservatorio Vesuviano svolge un’importante opera di ricerca e monitoraggio, costantemente impegnato nella raccolta e analisi dei dati per comprendere i processi vulcanici. Il prefetto ha elogiato il lavoro svolto dall’istituto e ha sottolineato l’importanza della sua funzione informativa e comunicativa verso la popolazione locale, contribuendo a diffondere la consapevolezza sulla sicurezza in un’area afflitta da eventi bradisismici recenti.

Leggi Anche

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...

Il ritorno dell’ex sindaco alle urne: Elezioni Avellino 2024

Affluenza alle elezioni comunali ad Avellino 2024 Secondo i dati...