Angelo custode in pizzeria: bambino rischia di soffocare ma viene salvato in tempo

Una cliente salva la vita a un bambino in una pizzeria

È successo a Sant’Agata de’ Goti, in provincia di Benevento: un bambino di dieci anni rischia di morire soffocato mentre si trovava con la famiglia in una pizzeria. Fortunatamente, una operatrice sanitaria di 51 anni seduta al tavolo accanto è intervenuta prontamente per salvarlo.

Il bimbo aveva un boccone bloccato in gola, non riusciva a respirare e stava mostrando segni di cianosi. Grazie all’intervento tempestivo della cliente, la quale ha praticato la manovra di Heimlich, il bambino è riuscito a riprendere fiato. L’episodio, avvenuto il 1 giugno, si è risolto positivamente e il bambino si è ripreso completamente.

L’intervento provvidenziale dell’operatrice sanitaria

Pasqualina Ruggiero, conosciuta come Lina, ha un’esperienza sanitaria alle spalle che le ha permesso di riconoscere tempestivamente la situazione di emergenza. La manovra di Heimlich, utilizzata per disostruire le vie respiratorie, è stata eseguita correttamente e in breve tempo ha permesso al bambino di espellere il pezzo di cibo bloccato.

Leggi Anche

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...

Il ritorno dell’ex sindaco alle urne: Elezioni Avellino 2024

Affluenza alle elezioni comunali ad Avellino 2024 Secondo i dati...