Aggressione infermieri e porta sfondata al Pronto Soccorso: panico al CTO Napoli

Infermieri sono stati aggrediti e la porta del Pronto Soccorso del CTO di Napoli è stata sfondata, che fa parte dell’Ospedale dei Colli. Ieri pomeriggio, domenica 10 marzo 2024, i parenti di un paziente, secondo quanto denunciato dall’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate, hanno attaccato il personale sanitario per motivi non chiari, causando panico e danneggiando pesantemente la porta per entrare nell’area Triage e nel parcheggio ambulanze. Il vetro della porta è stato spaccato. L’ingresso è situato nel presidio ospedaliero dei Colli Aminei, dove di solito i familiari dei pazienti aspettano. Solo l’intervento dei vigilantes ha impedito il peggio e ha riportato la calma.

L’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate ha denunciato l’accaduto attraverso il presidente Manuel Ruggiero, che ha definito l’aggressione come la decima del 2024. Ha parlato di aggressione verbale al personale e danneggiamenti al pronto soccorso del CTO da parte dei parenti di un paziente. Le motivazioni non sono ancora chiare, ma si teme che senza l’intervento delle guardie giurate il personale sanitario sarebbe stato fisicamente aggredito. Nel corso della stessa giornata, nella clinica Villa Betania si è verificato un altro episodio di danneggiamento in cui due pazienti, in codice bianco, hanno sfondato la porta del Triage e hanno attaccato verbalmente medici, infermieri e guardie giurate. Anche il parlamentare Francesco Emilio Borrelli (Alleanza Verdi Sinistra) si è espresso sulla vicenda, condannando la violenza nei confronti del personale sanitario.

L’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate ha definito l’aggressione come un atto di violenza inaccettabile nei confronti del personale sanitario, sottolineando che episodi simili avvengono sempre più spesso nelle strutture sanitarie di Napoli e provincia.

Fonte

Leggi Anche