Addio a un maestro dell’ombrello: Mario Talarico e il suo marchio di Napoli

La scomparsa di Mario Talarico, l’artigiano del famoso ombrello napoletano

Un’icona dell’artigianato napoletano ci ha lasciati nelle scorse ore. Mario Talarico, classe 1931, è venuto a mancare dopo aver fatto la storia con i suoi ombrelli, conosciuti in tutto il mondo e indossati persino da Re Carlo III d’Inghilterra. Dalle strade dei Quartieri Spagnoli, dove ha avviato la sua attività, le creazioni di Talarico hanno conquistato il cuore di molti, portando alto il nome di Napoli in ambito internazionale.

Un addio alla leggenda degli ombrelli

Napoli piange la perdita di Mario Talarico, noto come il re degli ombrelli, deceduto di recente. Nato nel 1931, Talarico ha portato avanti l’attività di famiglia, iniziata nel lontano 1860 nei Quartieri Spagnoli. È stato il nipote del maestro, Mario Talarico jr, a comunicare la triste notizia tramite i canali social dell’azienda.

“Purtroppo zio Mario questa mattina è volato in cielo. Ciao Zio Mario, ti prometto che non ti deluderò e che sarai fiero di me come io lo sono di te. Mi hai insegnato tanto e io te ne sarò sempre grato e riconoscente. Sei stato un secondo padre per me”, ha scritto commosso il nipote Talarico sui social network.

Nel 2021, Fanpage.it aveva visitato il negozio di famiglia Talarico a Napoli, in via Toledo, un luogo emblematico vicino al laboratorio storico dei Quartieri Spagnoli. Qui avevamo avuto il piacere di incontrare Mario Talarico senior e junior, tra i quali il primo aveva condiviso la sua visione sull’artigianato: “Fare l’artigiano significa dimenticarsi dell’orologio, non importa a che ora si esce di casa e quando si torna”.


A Piazza del Gesù i funerali di Vincenzo Fiorillo, il 91enne morto per una spinta a Napoli

Un’eredità di tradizione artigianale

L’Assessorato al Turismo del Comune di Napoli ha voluto rendere omaggio a Mario Talarico, sottolineando il suo ruolo fondamentale nell’imprenditoria e nell’artigianato della città. Con la scomparsa di Talarico, Napoli perde un pezzo importante della sua storia e della sua identità. Le creazioni degli ombrelli Talarico, celebri in tutto il mondo, sono state indossate da personaggi illustri come il principe De Curtis (Totò) e Carlo d’Inghilterra. Lavorando instancabilmente nella bottega tra via Toledo e i Quartieri Spagnoli, Mario Talarico ha contribuito a portare il prestigio di Napoli oltre i confini nazionali, soprattutto grazie al supporto del nipote Mario jr.

Leggi Anche

Elezione Europee 2024: scrutatrice napoletana denunciata per abbandono del seggio per paga troppo bassa

Elezioni amministrative 2024: denunciata scrutatrice 24enne per abbandono del...

Il ritorno dell’ex sindaco alle urne: Elezioni Avellino 2024

Affluenza alle elezioni comunali ad Avellino 2024 Secondo i dati...