Accusa di imprenditori napoletani contro Il presidente della Camera di Commercio Ciro Fiola.

Le Associazioni storiche, in una lunga nota, denunciano l’incapacità, a detta loro, della Camera di Commercio e del suo presidente, soprattutto riguardo le luminarie per il Natale 2023. Ciro Fiola, presidente della Camera di Commercio di Napoli. È un duro attacco quello che le Associazioni storiche di imprenditori – ACEN, CLAAI, CNA, CdO, Confapi, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, Federdat, Unione Industriali – hanno rivolto alla Camera di Commercio di Napoli e al suo presidente, Ciro Fiola. Gli imprenditori partenopei denunciano, a loro avviso, l’incapacità dell’attuale gestione della Camera di Commercio, soprattutto in vista del Natale e delle luminarie che avrebbero dovuto adornare la città. “Ad oggi dobbiamo registrare che il Presidente e l’intera Giunta hanno annunciato grandi progetti, grandi iniziative ma quasi nessuna realizzazione” si legge nella nota delle associazioni.
Il primo punto affrontato dagli imprenditori napoletani sono proprio le luminarie per il Natale 2023. “Del megagalattico progetto ‘le luminarie e le iniziative per Natale 2023′ – spiegano le associazioni – che prevedeva un investimento di 3 milioni di euro non si realizza, anche quest’anno, praticamente nulla. Nell’agosto 2023 la Camera di Commercio stipulava un Protocollo d’Intesa con il Comune di Napoli per realizzare, assieme, le luminarie di Natale. Il 24 ottobre scorso, la Camera, ha deciso di recedere dal suddetto Protocollo per il mancato riscontro ad una nota inviata, al Comune il 10 ottobre. In questo modo si sono oscurate le luminarie”. Stessa incapacità di gestione, quella che gli imprenditori imputano alla Camera di Commercio di Napoli, anche per le luminarie del Natale 2022. “Si partì addirittura a febbraio con un mega progetto per realizzare le luminarie che prevedeva anche il coinvolgimento dell’artista Lello Esposito e uno stanziamento di cinque milioni. Fallito il progetto delle Luminarie si deliberò l’installazione di dieci alberi di Natale. Alla fine, non si realizzò neanche questa piccola iniziativa; Napoli, nelle festività natalizie, rimase all’oscuro e senza alberi addobbati”. “Tutto ciò dimostra, ancora una volta, che la Camera di Commercio, attualmente in prorogatio, è stata governata in modo maldestro da soggetti non preparati né rappresentativi del tessuto produttivo locale; sono stati incapaci di ‘progettare’ ma finanche di ‘spendere’ i fondi stanziati con grave danno per le imprese e per l’economia in generale” concludono le associazioni. Weekend lungo dei parlamentari, Salvini critica gli scioperi di venerdì ma la Camera chiude giovedì.

Fonte

Leggi Anche

Anche il mondo della musica celebra Napoli campione d’Italia

Il polistrumentista Stefano Passeggio in arte SteP ha realizzato un video che racchiude...

Kind of Bill Trio, omaggio a Bill Evans

Dado Moroni pianoforte | Eddie Gomez c/bassoJoe La Barbera...