A Quarto: gatto randagio torturato e soffocato in busta plastica

Un gatto di Quarto Flegreo, in provincia di Napoli, è stato torturato, chiuso in una busta di plastica e lasciato morire soffocato da ignoti. Il corpo straziato del gatto è stato ritrovato da una volontaria di Oasi Felina in una zona periferica della cittadina, presentando chiare tracce di torture.

Il Comune di Quarto ha espresso il proprio sdegno per l’accaduto, definendo l’episodio come un gesto vile che offende la sensibilità e la civiltà dei cittadini. Il Sindaco e l’Assessore al randagismo hanno sottolineato che l’uso di violenza sugli animali è un reato punibile per legge e hanno assicurato che sono in corso le indagini per individuare i responsabili.

L’associazione Oasi Felina ha pubblicato una nota riguardante il ritrovamento del corpo del gatto torturato, esprimendo indignazione per l’accaduto e sottolineando che gli animali soffrono come gli esseri umani. Hanno rivolto un appello al responsabile del vile gesto, augurandogli di vivere con il rimorso e la consapevolezza delle proprie azioni.

La situazione ha suscitato rabbia e preoccupazione nella comunità locale, con l’invito a rimanere vigili e a segnalare eventuali comportamenti violenti nei confronti degli animali. Sono in corso indagini per individuare il colpevole e assicurare giustizia per il gatto torturato e ucciso in maniera crudele.

Fonte

Leggi Anche