100 chili di cozze e vongole sequestrate in ristorante per pessime condizioni igieniche: grave rischio di contaminazione alimentare.

Blitz dei carabinieri forestali e dell’Asl in un ristorante a Cimitile

Un’operazione congiunta dei carabinieri forestali di Roccarainola e del personale dell’Asl Napoli 3 Sud ha portato al sequestro di 100 chili di prodotti alimentari, principalmente ittici, in pessimo stato di conservazione, in un ristorante a Cimitile, nella provincia di Napoli.

Una vasta quantità di prodotti alimentari, soprattutto ittici, è stata sequestrata in un ristorante lungo la via Nazionale delle Puglie a Cimitile. Durante il controllo, sono state riscontrate carenze igienico-sanitarie e sono stati sequestrati 100 chili di cibi in cattivo stato di conservazione o scaduti.

I carabinieri forestali e il personale dell’Asl hanno trovato cozze, vongole e altri frutti di mare con il guscio aperto, indicativo di cattiva conservazione. Sono stati inoltre sequestrati seppie e altri prodotti ittici, così come prodotti farinacei e surgelati scaduti.

Il rappresentante legale della ditta e il direttore del ristorante, rispettivamente un 55enne e un 51enne, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria. Gli alimenti sequestrati sono stati distrutti sul posto da una ditta autorizzata. I controlli dei carabinieri per garantire la tracciabilità e la corretta conservazione dei cibi, al fine di tutelare la salute dei consumatori, continueranno anche nei prossimi giorni.

Leggi Anche