Perché l’influenza aviaria quest’anno ci preoccupa tanto

Ultimamente si è sentito parlare molto di influenza aviaria. E per un buon motivo: quella di quest’anno si sta rivelando una delle peggiori epidemie influenzali di sempre per i volatili, sia nelle popolazioni di uccelli selvatici, sia negli allevamenti di mezzo mondo. Non è tutto, perché un focolaio particolarmente aggressivo scoppiato ad ottobre in un allevamento di visoni spagnolo ha riacceso i timori che il virus H5N1, il più letale tra quelli che causano l’influenza aviaria, possa adattarsi per migliorare la sua capacità di contagiare i mammiferi, con il rischio che effettui un vero e proprio salto di specie e dia origine ad una pandemia umana di cui al momento non è facile prevedere la potenziale portata. Per preoccuparsi è presto – assicurano gli esperti – ma si…

Continua la lettura su http://www.wired.it

Leggi Anche